Le relazioni al tempo dei social

Rivoluzione tecnologica, web, e social. Come sono cambiate le relazioni nell’era digitale? Vediamo un po’…

L’era digitale, padrona della nostra vita

Si dice che i giovani debbano vivere nel mondo che gli è stato dato. Siamo sicuri che gli adulti abbiano lasciato un mondo adatto ai giovani? La gioventù di oggi è vista come una generazione che vive la tecnologia a 360 gradi, corre senza sapere bene dove va. Quali aspetti, nell’era digitale, hanno subito un forte cambiamento? Il modo di fare conoscenza e la modalità in cui il corpo dell’essere umano viene esposto. Con la tecnologia i luoghi di incontro sono dominati dalle chat e tutto quello che succede viene diffuso senza filtri, senza alcuna riflessione sui modi ed i contenuti, freneticamente. Questo ha provocato nuove forme di violenza, che spesso hanno avuto conseguenze tragiche: lo possiamo osservare per esempio dai commenti sull’aspetto fisico delle donne che vengono spesso derise, indipendentemente dall’età . Che cosa pensate di questa forse eccessiva esposizione della nostra vita privata sui social? La conseguenza di questo cambiamento porta a quello che si definisce ‘gaslighting’ , ovvero manipolazione psicologica che un individuo esercita su un altro, mettendo in discussione la sua vita, il suo vissuto, riuscendo persino a far dubitare le persone delle proprie capacità intellettive. A qualcuno di voi è mai capitato?

Adolescenza nel mondo dei social

Come viene vissuta la fase adolescenziale nell’era digitale? E’ stato un periodo della nostra vita che abbiamo affrontato tutti, dove si impara a conoscere se stessi, ad auto-analizzarsi, ad esprimere quello che realmente si prova, che siano sentimenti positivi o negativi. E’ proprio in questa fase della vita che i ragazzi iniziano a vivere un certo tipo di disagio psicologico. L’introduzione degli strumenti tecnologici nelle nostre vite ha dato la possibilità all’essere umano di accedere a un notevole numero di informazioni di una persona, in particolare con immagini e video, che permettono di valicare la frontiera del privato. E’ sicuramente affascinante vedere che la tecnologia evolva ed annulli le distanze ‘fisiche’ , ma gli strumenti che vengono messi a disposizione devono prevedere un’adeguata formazione all’uso, specie per i più giovani. Siete d’accordo anche voi?

Perdita di controllo del flusso digitale

Che cosa ne pensano gli psicologici e gli psichiatri? Allarma il fatto che i giovani possano riprendere, attraverso i cellulari, informazioni private di una persona, con estrema facilità e velocità . E’ anche cambiato il modo in cui le generazioni si rapportano con il sesso e questo spesso è dovuto a una carenza di attenzione e controllo da parte dei genitori proprio nei periodi critici della crescita dei ragazzi. La differenza tra ieri e oggi? La nuova tecnologia offre pornografia accessibile senza alcun ostacolo concreto e sta diventando un problema per la mancanza di gestione sui contenuti che circolano nei siti dedicati.

LGBTQ e il contesto sessuale

Come reagiscono i ragazzi davanti a queste forme di esposizione? La maggior parte vive il sesso in modo passivo, confrontandosi con quello che vede sullo schermo, sviluppando complessi di inferiorità . Con reazioni assolutamente inadeguate, quale la necessità di ricorrere a sostanze eccitanti o sviluppare comportamenti aggressivi, come per esempio svilire e offendere il corpo delle donne. Il sesso viene vissuto in un contesto ‘ipersessualizzato’ , ossia viene mostrato loro un mondo da grandi prestazioni che induce ad assumere farmaci stimolanti come il viagra per riuscire a raggiungere prestazioni pubblicizzate come normali.

E’ quindi fondamentale che in questa prospettiva si sviluppino forme preventive di educazione sessuale, aggiornata al nostro tempo digitale, fin dalle scuole primarie, per non lasciare ai giovani strumenti e contenuti che possano indurre a comportamenti ed interpretazioni profondamente sbagliati e pericolosi, per sè stessi e specialmente per gli altri.

 Che cosa ne pensate?

– A cura di Yuliet Panetti

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter di Italian Beauty Community, e ricevi direttamente nella tua casella di posta i nostri contenuti migliori!

Cliccando su "Iscriviti" acconsenti al trattamento dei tuoi dati personali ai fini dell'invio della newsletter ai sensi di cui all'art. 2.2 della privacy policy
This site is registered on wpml.org as a development site. Switch to a production site key to remove this banner.